JJ20_Laura Pausini

“Questa nomination la dedico al mio babbo”

di Elisa Panto

Il 16 marzo si è tenuta la conferenza stampa dedicata alla nomination agli Oscar come Miglior Canzone Originale conquistata da Laura Pausini grazie alla canzone Io sì (Seen), colonna sonora del film La vita davanti a sé, diretto da Edoardo Ponti, con Sophia Loren.
Io sì (Seen) è diventata la prima canzone italiana in assoluto a concorrere per un Oscar, dopo aver già ottenuto un importante riconoscimento internazionale, il Golden Globe, risultando la prima canzone non in lingua inglese ad aver ricevuto tale premio. 
La canzone è stata scritta e composta, nella versione originale, da Diane Warren, e adattata in lingua italiana da Laura Pausini e Niccolò Agliardi.
Jesolo Journal era presente assieme ad altre 200 testate internazionali.

  • Buongiorno Laura e congratulazioni! Hai vinto il Golden Globe e sei nominata agli Oscar…come ti senti?

    Mi sento piccola a confronto! Mi chiedo sempre se voglio prendermi queste responsabilità, è una sorta di sfida con me stessa, non riesco a dire di no, è mio dovere non arrendermi. In questi 28 anni ho imparato tanto ma ho la stessa ansia e le stesse paure. Tutti questi cambiamenti, negli anni, mi hanno spesso spaventata ma ogni volta che mi spavento, non mi tiro indietro, mi butto.

  • Ti vediamo in formissima, come ti prepari in vista degli Oscar?

    Mi alleno sempre, anche se non mi piace molto, ma lo devo fare, come prima di un tour. In questo periodo, sono una fan della figlia di Fiona May.

  • Come ha reagito la tua bambina a questa nomination?

    Mia figlia è molto contenta, ha detto ai suoi compagni di classe: “Mia mamma è nominata agli Oscar!”. E tutti hanno risposto: “Yeah!!!”. Sta anche scoprendo il mondo del cinema, ha visto il film e ha voluto sapere tutto di Sophia Loren!.

  • Come è nata la canzone?

    La canzone è nata in inglese. Edoardo Ponti mi ha chiesto solo qualche strofa in italiano e non è stato facile mischiare le due lingue. Diane Warren mi ha chiesto, quindi, di farla tutta in italiano. Io e Niccolò Agliardi siamo stati dietro a questo testo per quasi un mese, è stato complicato ma poi il brano è esploso nelle radio americane. E’ tanta roba! Quando all’estero cantano le tue canzoni in italiano, inizi a tirartela!.

  • Ti senti ancora con Diane Warren?

    Diane la sento tutti i giorni, da agosto. La conosco da quando ho vissuto a Los Angeles per un periodo. Volevamo spesso lavorare insieme ma non è mai scattata una scintilla al 100%. Lei è una combattente, non vuole perderlo questo Oscar. E’ stata nominata 11 volte ed è innamoratissima del messaggio del film. Incrociamo le dita, andiamo a giocarcela. Se non vinco, lo dico sinceramente che mi romperebbe un po’… Voglio crederci!.

  • Ancora prima della pandemia avevi già istituito una piattaforma di didattica on line, ci racconti questo progetto?

    Non potendo sempre assicurare una continuità ai miei allievi, ho iniziato a registrare dei corsi per ogni strumento. Così è nata la mia scuola di percussioni on line aperta a tutti, a cui ci si può abbonare, con una prima settimana di prova gratuita.

  • Ti sei preparata un eventuale discorso da fare in caso di vittoria?

    In quest’occasione mi sono promessa di prepararmi un discorso, cosa che non faccio di solito, un discorso dedicato al mio babbo, a cui dedico la mia nomination. Io ho cominciato con lui. Mio padre è un cantante e musicista. Quando ero adolescente, lui iniziò a fare pianobar e a me piaceva guardarlo. Ho conosciuto lì la musica.

  • Ti sei sentita con Sophia?

    Sophia Loren? Sì, ci siamo sentite. Sono piena di riconoscenza perché sono stati Sophia Loren e Edoardo Ponti a scegliermi. Io mi sento orgogliosa di essere italiana e di condividere questo riconoscimento insieme a voi. Ho paura di non darvi quello che vi aspettate, di deludervi, ho paura di non fare tutto perfetto.

  • Ti manca la vita che facevi prima della pandemia?

    Sì! Voglio cantare sul palco, non ce la faccio più! Sono due anni che non viaggio. Ero abituata a stare solo venti giorni all’anno a casa.

  • Progetti futuri?
    Nel 2022 voglio fare un nuovo disco.

  • In bocca al lupo Laura!

    Grazie! Ho bisogno di tanta energia e di tanta positività nonostante il periodo che stiamo vivendo. Spero che sia una gioia per tutti gli italiani, anche per chi non segue la mia musica.

     

La canzone Io sì / Seen  non ha conquistato l’Oscar ma Laura è comunque felice.  Al suo rientro in Italia scrive in un post: “Torno in Italia felice di aver vissuto un’esperienza irripetibile nata per un messaggio importante che condivido completamente e per la grande passione che dopo ventotto anni ho ancora per la musica che non è solo il mio lavoro, ma è la mia vita.
Torno in Italia felice di riabbracciare la mia bimba che mi aspetta e con la quale festeggeremo di ritrovarci dopo la prima settimana di lontananza della nostra vita. Ma le racconterò il sogno di una notte….incredibile!”.

TOP
Jesolo journal Aprile 2022

>> Sfoglia l’ultimo numero!

Clicca sulla copertina
e scopri tutto ciò che c’è di bello
a Jesolo e nelle vicinanze.