JJ21_antistress_1 TRAZIONI ALLA SBARRA

di Riccardo Zambon | Dottore in Scienze dello Sport e della Prestazione Fisica

“Mai affrettarti. Fai un sacco di esercizio fisico. Sii sempre allegro. Prendi tutto il sonno di cui hai bisogno. E puoi aspettarti di stare bene.”

James Freeman Clarke

 

Siamo fatti per muoverci. A qualsiasi età, in qualsiasi situazione il nostro corpo non è fatto per rimanere ore ed ore immobile su una sedia a fissare uno schermo. Ma niente paura, perché il corpo umano si adatta velocemente alle nuove abitudini e non è mai troppo tardi per decidere di sentirsi bene grazie all’attività fisica. La spinta ve la diamo noi, con le due nuove proposte di questo mese.

TIPO HARD

TRAZIONI ALLA SBARRA

Uno scoglio anche per i migliori, il cosiddetto Pull Up non è un gesto atletico per chiunque. Poniti al di sotto di una sbarra e afferrala tenendo le braccia tese. Inizia il movimento “incollando” le scapole al torace (è una parte fondamentale ma molto spesso dimenticata) e prosegui cercando di andare a superare con il mento la sbarra grazie alla trazione delle braccia, avendo cura di mantenere le scapole addotte. Scendi lentamente e in maniera controllata. Mantieni sempre il controllo del corpo senza mai oscillare o slanciarti verso l’alto.

TIPO SOFT

CROCI INVERSE CON ELASTICO

Mantenere la forza dei muscoli della scapola è più importante di quanto si pensi. Una postura corretta data da retrattori delle scapole sempre attivi aiuta anche a prevenire i dolori cervicali. Afferra una banda elastica con entrambe le mani a braccia tese di fronte a te. Muovi esternamente le braccia tese fino a formare una linea retta tra il polso destro e il polso sinistro. Non alzare le spalle, in questo momento sentirai lavorare i muscoli tra le scapole. Ritorna alla posizione di partenza tenendo controllato il movimento.

TOP
Jesolo journal Aprile 2022

>> Sfoglia l’ultimo numero!

Clicca sulla copertina
e scopri tutto ciò che c’è di bello
a Jesolo e nelle vicinanze.