JJ29_tropicarium

Tropicarium Park | Il curioso Axolotl

Il primo animale che egli incontrò al Tropicarium Park di Jesolo fu una tartaruga che camminava lenta lenta, aveva il carapace durissimo ed era molto molto anziana. L’Axolotl, un bellissmo anfibio, gli chiese come mai stesse camminando così piano e a quel punto la tartaruga gli rispose che per godersi meglio il viaggio bisognava andare lentamente.

Così l’axolotl decise di seguire il suo consiglio. Procedendo lentamente, continuò la sua avventura tra tantissime specie di tartarughe tutte diverse, gechi, anfibi e iguane. A un certo punto vide degli strani animali che nuotavano velocissimi.”Che pesci strani”, pensò. Poi si fece coraggio: “Che pesci siete voi?”. “Ma noi non siamo pesci”, risposero in coro ridendo, “siamo pinguini”. “ E perché nuotate così veloci?”. “Perché anche se siamo uccelli siamo molto più bravi a nuotare che a volare. E poi per riuscire a mangiare dobbiamo nuotare veloci come i pesci”.  

L’Axolotl, confuso, pensò che forse la tartaruga non fosse stata così saggia. Continuò di corsa il suo percorso fino ad incontrare un enorme coccodrillo del Nilo che gli chiese infastidito dove stesse andando così di fretta L’Axolotl tutto intimorito gli disse che stava andando così veloce su consiglio dei pinguini, ma il coccodrillo si mise a ridere: “Quei tipi, mezzi pesci e mezzi uccelli, che vuoi che ne sappiano di come si vive. Chiedi agli squali che incontrerai dopo”.  Proseguendo il suo percorso pian piano, l’Axolotl si ritrovò di fronte a uno squalo toro che nuotava lentissimo. “Come mai nuoti così piano?”, gli chiese con un filo di voce l’Axolotl. 

“Non ho bisogno di nuotare veloce adesso, mi sto godendo il panorama”, rispose lo squalo. “Ma i pinguini mi hanno detto che se non vado veloce perderò un sacco di tempo”, ribatté l’anfibio. “I pinguini nuotano dietro ai loro pesciolini: se incontrassero me non avrebbero scampo”. L’Axolotl, di fronte a quelle parole e a quella bocca spaventosa tornò dai pesci pietra: “Sei già tornato in acquario?”. “Si, il coccodrillo mi ha rimproverato, lo squalo mi ha intimorito ed i pinguini si sono presi gioco di me!”.  Tutti i pesci dell’acquario si misero a ridere. Il pesce pagliaccio si schiarì la voce. “Lasciali perdere, i pinguini sono uccelli e nemmeno sanno volare, il coccodrillo è grande e grosso eppure piange sempre e lo squalo ha solo un aspetto timoroso, ma è davvero un animale buono. Tu non devi guardare gli altri animali: sei un axolotl e sei unico. Con le tue caratteristiche. Guarda me: mi chiamano pesce pagliaccio e non conosco nemmeno una barzelletta”.

c/o Palazzo del Turismo 
Via Aquileia, 123
www.tropicarium.it
exponaturaitalia@gmail.com

TOP
JJ31

>> Sfoglia l’ultimo numero!

Clicca sulla copertina
e scopri tutto ciò che c’è di bello
a Jesolo e nelle vicinanze.