Il Veneto e le sue bellezze_VERONA_Peschiera del Garda

Un patrimonio di città d’arte e luoghi ricchi di storia

Il Veneto e le sue bellezze_BELLUNO_Auronzo di Cadore

BELLUNO – AURONZO DI CADORE

Situato lungo la sponda sinistra del Lago artificiale di Santa Caterina, Auronzo di Cadore è un piccolo comune che sorge nell’area delle Dolomiti bellunesi: alle sue spalle si stagliano infatti le Tre Cime di Lavaredo e altri gruppi dolomitici importanti. Meta ideale per lo sci e gli sport invernali, ma anche per chi vuole godersi un periodo di relax, Auronzo offre moltissime attività: dalle passeggiate lungo le sponde del lago fino ai percorsi ciclabili che coprono tutta l’area.

All’ingresso del paese c’è il Ponte dei Leoni, con due statue di leoni in pietra che segnano l’inizio della diga che ha originato il lago artificiale. Questa venne realizzata fra 1930 e 1932 per incanalare le acque del fiume Ansiei verso la centrale idroelettrica a valle.

CURIOSITÀ: Ad Auronzo si trova il Fun Bob più lungo al mondo: la rotaia, che scende lungo il Monte Agudo, parte da un’altitudine di 1361 m e copre un percorso di 3 km, arrivando a 45 km/h. 

Il Veneto e le sue bellezze_PADOVA_Arqua petrarca_ph chiara grossi

PADOVA – PIANORO DEL MOTTOLONE E ARQUÀ PETRARCA

Inserita nella categoria dei “Borghi più belli d’Italia”, Arquà Petrarca lega la sua fama al celebre poeta che la scelse per trascorrervi gli ultimi anni di vita. E dal 1866, con l’annessione del Veneto all’Italia, la città ha deciso di onorarlo prendendo il suo nome. Ancora oggi, la sua casa e il suo monumento funebre sono meta di numerosi pellegrinaggi letterari e visite culturali. Arquà vive inoltre di turismo enogastronomico: ha infatti aderito alla prestigiosa Associazione Nazionale Città dell’Olio.

Pochi chilometri sopra il borgo, si trova il punto panoramico detto Pianoro, che permette una vista a tutto tondo sui Colli Euganei. È una terrazza naturale posta sulla sommità del Monte Mottolone, meta di moltissimi sentieri escursionistici.

CURIOSITÀ: Dal Pianoro del Mottolone è possibile ammirare, oltre al panorama naturale dei Colli Euganei, anche il famoso Monastero Camaldolese che sorge a Nord, sulle pendici del Monte Rua.

Il Veneto e le sue bellezze_ROVIGO_Porto Caleri

ROVIGO – PORTO CALERI

Porto Caleri, lembo estremo del litorale di Rosolina Mare, lega il suo nome al Giardino Botanico litoraneo, una riserva naturale inclusa nel Parco Regionale del Delta del Po. Il Giardino Botanico copre un’area di circa 44 ettari ed è nato con lo scopo di conservare la vegetazione spontanea: l’intervento umano è infatti limitato alla manutenzione dei percorsi utilizzati per le visite turistiche. Per visitare il parco sono disponibili tre sentieri ad anello di lunghezza diversa realizzati su palafitte: il più breve, lontano dal mare, permette di ammirare la pineta; quello intermedio si avvicina alle dune interne e alle prime specie vegetali; infine l’ultimo, il più lungo, offre la vista sulla totalità del Giardino, con moltissime specie diverse di uccelli.

CURIOSITÀ: Nel Giardino sono presenti decine di ecosistemi con oltre 220 specie di piante: questa varietà è dovuta alle diverse condizioni di clima, vento, salinità e umidità di mare e laguna.

Il Veneto e le sue bellezze_TREVISO_Grotte Caglieron

TREVISO – GROTTE DEL CAGLIERON 

In provincia di Treviso, presso il comune di Breda di Fregona, si trovano le famose Grotte del Caglieron: una serie di cavità scavate in parte da forze di erosione naturale e in parte da azione umana. L’azione naturale è data dalla forza erosiva del torrente Caglieron, che scorrendo su strati di conglomerato calcareo, arenaria e marna ha creato un’insenatura che nel tempo ha preso l’aspetto di una grotta. Per quanto riguarda l’azione umana, essa aveva come scopo l’estrazione di arenaria, chiamata in dialetto “piera dolz”, cioè pietra dolce, malleabile, utilizzata nel XVI secolo per la costruzione di stipiti e architravi. Ne è nato quindi un insieme di cavità oggi visitabili grazie ad un percorso costruito ad hoc, situato al di sopra del torrente.

CURIOSITÀ: Alcune di queste grotte vengono utilizzate per la stagionatura dei formaggi prodotti da un caseificio vicino: grazie al loro microclima, i formaggi acquisiscono un sapore unico.

Il Veneto e le sue bellezze_VERONA_Peschiera del Garda

VERONA – PESCHIERA DEL GARDA

Peschiera del Garda è il comune più occidentale della regione Veneto e infatti il suo territorio confina con quello delle città lombarde di Mantova e Brescia; affacciato sul lago di Garda, è una meta turistica molto frequentata, soprattutto da turisti del Nord-Centro Europa. 

Passeggiando per il centro storico, è possibile ammirare la Fortezza di Peschiera del Garda, racchiusa da una cinta muraria a forma pentagonale di origine medievale, con imponenti bastioni e portoni d’accesso e circondata tutt’intorno dal fiume Mincio, emissario del Garda. Ingresso occidentale della Fortezza è Porta Brescia, sopra alla quale si situa un camminamento di ronda percorrendo il quale è possibile ammirare dall’alto tutta la fortezza, oltre che la città e il lago.

CURIOSITÀ: Ogni anno a maggio si tiene a Peschiera il Ponte dell’Arte: il ponte pedonale di Porta Brescia diventa per l’occasione una galleria d’arte e ospita le opere di pittori e scultori.

Il Veneto e le sue bellezze_VICENZA_Asiago

VICENZA – ASIAGO

Immersa nell’Altopiano dei sette comuni, Asiago è una delle maggiori località venete per il turismo invernale ed estivo. I primi insediamenti nell’area risalgono addirittura al paleolitico e al mesolitico, ma è da epoca romana che la zona è stabilmente abitata. Asiago lega il suo nome soprattutto all’esperienza della Grande Guerra: durante la Battaglia degli Altipiani, nel 1916, fu infatti completamente rasa al suolo e ricostruita solo alla fine del periodo bellico.

In città sono presenti due osservatori astronomici che costituiscono il principale centro italiano di astronomia ottica: l’Osservatorio astrofisico sul colle Pennar e la Stazione osservativa di Cima Ekar. Asiago ha inoltre dato i natali al celebre scrittore Mario Rigoni Stern.

CURIOSITÀ: Nel 1310 nacque sull’altopiano uno dei primi governi autonomi della storia, la Spettabile Reggenza dei Sette Comuni, con capitale Asiago: durò fino al 1807, quando il Veneto passò a Napoleone.

TOP
Jesolo journal Aprile 2022

>> Sfoglia l’ultimo numero!

Clicca sulla copertina
e scopri tutto ciò che c’è di bello
a Jesolo e nelle vicinanze.