JJ31_meteoclari jesolo

Autunno, rischio di eventi estremi?

di Vincenzo Clarizia

L’estate è al capolinea, l’attenzione ora è rivolta ai mesi autunnali e al tipo di clima che caratterizzerà la nuova stagione. Gli ultimi mesi hanno evidenziato i cambiamenti climatici, convincendo anche i più scettici. I dati parlano chiaro: in Italia l’aumento medio delle temperature è di +2°C e il mare ha subito un riscaldamento di oltre 2°/4°C rispetto agli ultimi anni. Tutto ciò è un innesco micidiale per la genesi di eventi climatici estremi. Il nostro Paese è sempre più soggetto a tali fenomeni… Nubifragi, trombe d’aria, downburst, ondate di calore prolungate, siccità e grandinate, dall’inizio del 2022 sono oltre 140 gli eventi che nelle aree urbane hanno causato danni ingenti. In Veneto abbiamo assistito a situazioni meteorologiche avverse: tra le zone più colpite la pedemontana, il vicentino e la bassa veronese, mentre la siccità ha colpito maggiormente la zona orientale e la costa, dando luogo persino al fenomeno del cuneo salino nei fiumi. La preoccupazione, ora, è causata al solo pensiero di come reagirà il territorio alle perturbazioni atlantiche e alle basse pressioni che si andranno a formare sull’alto Adriatico. Si sa, il calore produce energia che in meteorologia diventa carburante per gli eventi estremi. Questo non vuol dire essere pessimisti, serve a far scattare un campanello d’allarme e ad investire nella prevenzione, che è fondamentale per la salvaguardia del territorio e delle persone. L’Italia continua a essere sprovvista di un piano nazionale di adattamento al clima, ormai in bozza dal 2018! Le emergenze devono essere affrontate con un’adeguata strategia, con politiche innovative e soprattutto con interventi puntuali, a iniziare dai piccoli Comuni, attraverso piani d’azione idonei ed efficaci per salvaguardare il territorio. 

 

Piano comunale di emergenza per eventi climatici avversi

Il Comune di Jesolo ha il proprio piano di emergenza, ma per far sì che funzioni è necessaria la collaborazione di ogni cittadino, in quanto i comportamenti della popolazione interessata da calamità naturali, o eventi climatici avversi, devono essere ricondotti a quella che si definisce “Cultura di Protezione Civile” o di “Autoprotezione”. Un’adeguata conoscenza e preparazione permette ad ognuno di noi, quando ci troviamo in situazioni a rischio, di affrontarle nel modo più adeguato.

Per seguire le previsioni meteo di Jesolo visita il sito www.meteoclari.it o scarica l’app.

 

TOP
Jesolo journal Aprile 2022

>> Sfoglia l’ultimo numero!

Clicca sulla copertina
e scopri tutto ciò che c’è di bello
a Jesolo e nelle vicinanze.