“Attori di oggi bravi come quelli di ieri”

di Cesare Barbieri

Due esami alla laurea in Scienze Motorie, Martina Rosucci, 27 anni, torinese, centrocampista della Juventus e della Nazionale (ha giocato 35 partite in azzurro), parla dell’estate che la attende. L’Italia si è qualificata per il Mondiale che si giocherà in Francia e le ragazze sanno che dal 7 giugno, giorno nel quale si disputerà la gara di apertura tra Francia e Corea del Sud, tutti gli occhi degli appassionati saranno puntati su di loro.

 

  • Martina, si torna ai Mondiali…
    L’ultima partecipazione dell’Italia risale al 1999, si giocava in Canada. All’epoca avevo sette anni e mai avrei pensato che un giorno avrei giocato anch’io in Nazionale.
  • In Francia…
    Nel girone eliminatorio, affronteremo nell’ordine: Giamaica, Australia e Brasile. Passano il turno le prime due di ogni girone e le quattro migliori terze dei sei raggruppamenti.
  • Pronostico…
    No, lasciamo stare i pronostici. Il Brasile è una squadra molto forte, noi puntiamo a fare bene, perché il calcio femminile in Italia si sta affermando sempre più. In palio c’è pure la partecipazione alle Olimpiadi di Tokio, l’Europa ha a disposizione tre posti. Il traguardo è ambizioso.
  • Da due anni i club professionistici hanno la propria squadra. Quanto è importante?
    È importantissimo, perché da sempre ci hanno insegnato che “Sei quello che fai tutti i giorni in allenamento”. Ora abbiamo a disposizioni strutture che ci permettono di allenarci al meglio e staff sanitari che si prendono cura di noi in caso di infortunio. Tutta un’altra cosa rispetto al passato.
  • L’ingresso di Juventus, Milan, Fiorentina e Roma ha attirato l’attenzione di tutti…
    Certo, ora c’è notorietà. Il tifoso della Juventus che non seguiva il calcio femminile si interessa al nostro risultato, segue la partita in televisione. Per noi è importante.
  • Dove dobbiamo migliorare per colmare il gap con le nazionali migliori?
    Ci sono squadre atleticamente superiori; a livello tecnico, invece, la differenza non è così marcata. Nelle due ultime stagioni la qualità del lavoro quotidiano ci ha permesso di crescere. Se avessimo avuto a disposizione questa organizzazione dieci anni fa saremmo tra le nazionali migliori… Consiglio a tutti di seguirci, perché al Mondiale regaleremo emozioni!

Che testimonial

Martina Rosucci è stata scelta da Panini e Intesa San Paolo come volto femminile per il lancio del tour che nel mese di marzo, durante i week end, ha toccato 30 città italiane.  

TOP
Jesolo journal Aprile 2022

>> Sfoglia l’ultimo numero!

Clicca sulla copertina
e scopri tutto ciò che c’è di bello
a Jesolo e nelle vicinanze.