JJ26_Kids_pasqua

Bambini, non c’è Pasqua senza uova!

Finalmente la tanto attesa primavera è arrivata! Insieme ai nostri bimbi ci piace osservare i colori della natura e i loro cambiamenti, quale periodo migliore se non questo? In ogni angolo si possono osservare fiori selvatici che colorano i prati e alberi vestiti di un verde acceso, con gemme che preannunciano imminenti frutti. Una vera esplosione di colore!

JJ26_Kids_pasqua

Realizziamo i colori con la natura

Grazie a foglie, fiori, spezie e ortaggi possiamo realizzare una tavolozza di colori tutti naturali. 

Siete pronti a diventare artisti…in erba?

Una bellissima esperienza da condividere con i bambini è colorare oggetti come il cartoncino da disegno, le stoffe, le tele e anche le uova di Pasqua utilizzando le foglie di spinaci, il prezzemolo, la carota, il cavolo rosso, le fragole, i mirtilli, la curcuma, il cacao e molto altro.

Ci serviranno ciotoline varie, un frullatore, un colino o un canovaccio, del limone e del bicarbonato. 

Come si ottiene il colore viola? Dal cavolo rosso: tagliamolo a pezzettini e mettiamolo nel frullatore con qualche goccia d’acqua, frulliamo e versiamo il composto in un colino o, meglio ancora, in un canovaccio e filtriamo il liquido. Il colore che ne uscirà sarà di un bel viola acceso.

Se al viola aggiungiamo qualche goccia di limone, otterremo una vera e propria magia perchè diventerà rosa e, se invece aggiungiamo un pizzico di bicarbonato, diventa blu. 

E allora via libera, sperimentiamo e creiamo i colori con i nostri bambini! 

JJ26_Kids_pasqua

Le uova colorate

Una delle cose più divertenti da fare insieme ai bambini è colorare e decorare le uova, un’usanza che deriva dal medioevo dove venivano utilizzate le tinture naturali per festeggiare l’arrivo della primavera e della Pasqua ebraica. 

Per rendere speciale questa importante festività possiamo usare i colori naturali che abbiamo creato in precedenza, per dipingere le uova sode o anche solo il guscio. In questo caso dobbiamo svuotare l’uovo praticando con un chiodo due piccoli fori (prima nel vertice più stretto e poi nel lato opposto) per permettere al contenuto di uscire. Ora si può soffiare, facendo attenzione a non sprecare tuorlo e albume che possono essere riutilizzati in cucina, e risciacquare bene l’uovo anche all’interno.

Prepariamo il colore tagliando a pezzetti la verdura del colore preferito, immergiamola in acqua bollente per 30 minuti (se optiamo per le uova sode possiamo unirle per 12 minuti) togliamo dal fuoco e filtriamo l’acqua, aggiungiamo un cucchiaio di aceto bianco e rimettiamo le uova nell’acqua per altri 20 minuti (per colori più intensi lasciare anche tutta la notte). Possiamo decorarle anche con piccole foglie nella parte esterna, avvolgerle in un collant o con del pizzo e rimetterle nell’acqua colorata. Un po’ di fantasia e voglia di sperimentare i tanti spunti che la natura ci regala faranno il resto, e l’effetto wow è garantito.

JJ26_Kids_pasqua

La caccia alle uova 

Manca qualche giorno a Pasqua, avete già pensato a come trascorrere la giornata con i vostri piccoli? Vi posso suggerire come poter organizzare un’attività adatta a queste giornate di festa, per far giocare i bambini all’aria aperta. Ci serviranno ceste di vimini o sacchetti di stoffa, tante uova colorate che abbiamo preparato in precedenza e, cosa più importante, uno spazio all’aperto. Innanzitutto dobbiamo nascondere le uova in giardino, o nel parco pubblico preferito, e poi consegnare ad ogni bimbo, o alle squadre di bambini (se sono in tanti) i cestini e i sacchetti di tela vuoti. Dopo aver assegnato un punteggio alle uova disegnate o alle uova di un determinato colore, non ci resta che dare il via alla caccia. Vincerà chi realizzerà il punteggio maggiore: per il premio ci si può sbizzarrire tra uova di cioccolato più o meno grandi con sorpresa all’interno, l’importante è condividerlo tra piccoli amici. 

in collaborazione con:
Roberta Guiotto
cell. +39 351 7509797

TOP
Jesolo journal Aprile 2022

>> Sfoglia l’ultimo numero!

Clicca sulla copertina
e scopri tutto ciò che c’è di bello
a Jesolo e nelle vicinanze.